Norme e sentenze
FILM PROTETTIVI ANTIURTO A BOLLE D'ARIA NON IMBALLAGGI, CONTRIBUTO AMBIENTALE E' DA CORRISPONDERE AL POLIECO

FILM PROTETTIVI ANTIURTO A BOLLE D'ARIA NON IMBALLAGGI, CONTRIBUTO AMBIENTALE E' DA CORRISPONDERE AL POLIECO

mercoledì 28 ottobre 2020/Categorie: Sentenze

Beni in polietilene non adibiti ad imballaggio: il contributo ambientale è da corrispondere al consorzio Polieco. L’ennesima conferma arriva dalla sentenza numero 22959 emessa dalla Corte di Cassazione lo scorso 21 ottobre.

Un provvedimento che ha rigettato, sotto profili di carenza di interesse, il ricorso proposto dal consorzio Conai contro la sentenza di merito della Corte di Appello di Roma che aveva a sua volta ritenuto non ammissibile il ricorso che sempre il Conai aveva presentato avverso la sentenza di primo grado del Tribunale di Roma.

Una sentenza, la numero 13.108 del 26 giugno 2007, scaturita dalla causa promossa da Teca spa contro il Polieco e con la chiamata in causa del Conai, che ha stabilito che il film protettivo antiurto a bolle d’aria é un bene in polietilene e non un imballaggio, ma anche che gli imballaggi sono una categoria dei beni.

Il Tribunale di Roma ha pertanto confermato che la partecipazione a Polieco è obbligatoria fin dalla sua costituzione (1999), che tale obbligo non è mai venuto meno e riguarda anche i produttori ed importatori di materia prima ma soprattutto afferma che i manufatti in polietilene sono in primo luogo e comunque “beni” soggetti alla disciplina PolieCo e solo allorché sia data la prova dell’effettivo impiego per la funzione specifica dell’imballaggio possono rientrare nel regime Conai.

La sentenza della Corte di Cassazione del 21 ottobre 2020, per quanto tecnicamente  basata su profili di inammissibilità, ha ritenuto anche sussistere gli estremi per la condanna del soccombente Consorzio Conai alle spese e,  di fatto, può considerarsi una ulteriore tassello per mettere ordine nella linea di confine tra le diverse e non coincidenti competenze dei due Consorzi previsti dagli articoli 224 e 234 del T.U. Ambiente, con l’affermazione che un bene diventa imballaggio solo se a ciò adibito.

Il Consorzio PolieCo è a disposizione nel fornire la sentenza a chi avesse difficoltà a reperirla.

Stampa

Theme picker

 
Servizi