Tutte le news
Decreto MISE agevolazioni investimenti

Decreto MISE agevolazioni investimenti

martedì 5 aprile 2022/Categorie: News, Per i soci, Avvisi

Programma di aiuti per investimenti innovativi e sostenibili delle PMI

(D.M. 10 febbraio 2022)

Il MISE ha istituito un programma di aiuti per le PMI volti a favorire nuovi investimenti innovativi e sostenibili anche in tema di “Economia Circolare”. In particolare, gli investimenti proposti aventi priorità sono volti a:

- favorire la trasizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare

- migliorare la sosteibilità energetica dell’impresa

I programmi presentati devono prevedere la realizzazione di investimenti innovativi, sostenibili e con contenuto tecnologico elevato e coerente al piano nazionale Transizione 4.0 finalizzati alle attività manifatturiere e di servizi alle imprese. Ai fini dell’ammissibilità, i programmi di investimento devono essere diretti all’ampliamento della capacità produttiva, al cambiamento fondamentale del processo di produzione di un’unità esistente ovvero alla realizzazione di una nuova unità produttiva. Sono ammissibili anche piani legati alla diversificazione della produzione. In questo caso gli investimenti devono essere funzionali a ottenere prodotti mai fabbricati in precedenza.

Non sono ammissibili, tra gli altri, programmi di investimento che prevedono investimenti al fine di adeguamento degli impianti a prescrizioni amministrative fatti salvi i casi di programmi che generano risparmi energetici addizionali, con un incremento pari ad almeno il 20% dei valori previsti dai predetti vincoli. A tal fine sono valide le spese strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, relative all’acquisto di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali e a servizi di consulenza diretti alla definizione di diagnosi energetica. In particolare, sono ammissibili macchinari, impianti e attrezzature, ivi compresi mezzi mobili non targati, le opere murarie nei limiti del 40% del totale dei costi ammissibili, nonché i programmi informatici e le licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali e all’acquisizione di certificazioni ambientali. L’ammontare delle spese ammissibili non deve essere inferiore a un milione di euro per i progetti ubicati al Centro- Nord. L’importo scende a 500 mila euro nel Mezzogiorno. L’investimento massimo agevolabile è di 3 milioni di euro di spesa.

L’aiuto viene erogato in forma di “contributo in conto impianti” in percentuale sull’investimento complessivo dipendente dalla localizzazione geografica (60% micro e piccole imprese e 50% medie imprese di Calabria, Campania, Puglia, Sicilia con possibilità di premio aggiuntivo del 5%; rispettivamente 50% e 40% per le regioni Basilicata, Molise e Sardegna; rispettivamente 35% e 25% per le altre regioni).

Le risorse stanziate complessivamente ammontano ad oltre 677 milioni di Euro ed il 25% di queste, sono destinate ai programmi proposte dalle micro e piccole imprese. Le domande devono essere presentate ad Invitalia S.p.a. nel rispetto delle modalità e dei termini che saranno previsti in apposito provvedimento del Direttore Generale per gli incentivi alle imprese del MISE da pubblicare tra gli altri sui siti www.invitalia.it e www.mise.gov.it

 

Stampa

Theme picker

 
Servizi