Le attività del consorzio

Nato con lo scopo di “razionalizzare, organizzare e gestire la raccolta ed il trattamento dei rifiuti dei beni a base di polietilene (art. 234 D. Lgs. 3 aprile 2006 n. 152), affinché siano raggiunti gli obiettivi di recupero e riciclaggio degli stessi rifiuti di beni a base di polietilene” (comma 1, art. 3 dello Statuto), PolieCo opera sul territorio nazionale promuovendo una serie di attività che spaziano dalla promozione della gestione dei flussi, all’attività di intermediazione; dal monitoraggio, alla formazione, sino alla fornitura di servizi di informazione legale e giuridica.

Di seguito un'estratto dello statuto  (Art.3, commi 3 e 4) con un dettaglio delle attività svolte:

Articolo 3
(Scopo - Oggetto Consortile – Mercato - Concorrenza)
1. Il Consorzio non ha fini di lucro ed ha lo scopo di razionalizzare, organizzare e gestire la raccolta ed il trattamento dei rifiuti di beni a base di polietilene di cui all'articolo 234, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, affinché siano raggiunti gli obiettivi di recupero e riciclaggio degli stessi rifiuti di beni a base di polietilene; il detto scopo è da raggiungersi anche garantendo attività comunque connesse allo stesso.
2. Il Consorzio opera nel rispetto dei principi contenuti nel decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 ed in particolare dei principi di trasparenza, efficacia, efficienza, economicità e di libera concorrenza delle attività di settore, nonché delle previsioni dell’articolo 234 del medesimo decreto.
3. Il Consorzio per il raggiungimento dello scopo, di cui al comma 1 del presente articolo 3, svolge, tra l’altro, le seguenti funzioni in materia di beni e di rifiuti di beni a base di polietilene, qui comunque esemplificativamente rappresentate:

  • a) promuove la gestione del flusso dei rifiuti di beni a base di polietilene;
  • b) assicura la raccolta, il riciclaggio e le altre forme di recupero dei rifiuti di beni a base di polietilene, anche tramite l’attività di intermediazione e commercio senza detenzione dei detti rifiuti di beni a base di polietilene, fornendo anche assistenza nella creazione di circuiti ed impianti di riciclaggio e di recupero;
  • c) promuove accordi tra imprese e società interessate nonché con altri soggetti ed Enti che effettuano attività di raccolta differenziata;
  • d) promuove l'informazione e la formazione, comunque intesa a ridurre il consumo dei materiali ed a favorire forme corrette di gestione dei rifiuti di beni a base di polietilene, che riguarda, tra l'altro, i sistemi di restituzione, di raccolta e di recupero disponibili ed il ruolo degli utenti nel processo di riutilizzazione, di riciclaggio e di recupero;
  • e) favorisce il corretto smaltimento dei rifiuti di beni a base di polietilene, nel caso in cui non sia possibile o economicamente conveniente il riciclaggio, fatto comunque salvo il rispetto degli obiettivi minimi di riciclaggio fissati ai sensi dell'articolo 234, comma 13, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e delle disposizioni contro l'inquinamento;
  • f) prevede forme di deposito cauzionale nella distribuzione dei prodotti dei consorziati;
  • g) assicura la gestione dei rifiuti dei beni a base di polietilene provenienti dalla raccolta differenziata comunque effettuata;
  • h) promuove la valorizzazione di particolari frazioni di polietilene;
  • i) promuove il coordinamento con la gestione di altri rifiuti nell’ambito di applicazione del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, anche con riferimento agli ambiti applicativi di cui all’articolo 212, comma 5, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;
  • l) assicura l’eliminazione dei rifiuti di beni in polietilene nel caso in cui non sia possibile od economicamente conveniente il riciclaggio, nel rispetto delle disposizioni contro l’inquinamento;
  • m) assicura, in applicazione dell’articolo 234, comma 11, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, che le deliberazioni degli organi del Consorzio, adottate in relazione alle finalità dell’intera Parte Quarta dello stesso decreto legislativo ed a norma del presente Statuto, siano vincolanti per tutti i soggetti partecipanti conseguentemente il Consorzio accerta il corretto adempimento degli obblighi e delle obbligazioni nascenti dalla partecipazione al Consorzio stesso ed intraprende, anche in collaborazione con le competenti Autorità, le azioni necessarie per accertare e reprimere eventuali violazioni integrate dai consorziati o dai soggetti tenuti a consorziarsi e relative agli obblighi ad essi derivanti dall’obbligo di partecipazione al Consorzio.

 

4. AI fine della migliore razionalizzazione ed organizzazione delle proprie funzioni, nonché al fine di ottimizzare le forme di conferimento, raccolta, trasporto e le attività di riciclaggio e di recupero, ed anche infine di favorire il mercato dei prodotti recuperati dai rifiuti di beni a base di polietilene il Consorzio svolge, altresì, tutte le attività complementari, sussidiarie, coordinate e comunque connesse, utili ed opportune. In particolare il Consorzio esemplificativamente può:

  • a) fornire assistenza nella creazione di circuiti ed impianti di riciclaggio e di recupero;
  • b) promuovere accordi tra imprese e società interessate;
  • c) promuovere e partecipare alla progettazione di impianti;
  • d) rappresentare le imprese consorziate presso le autorità nazionali, comunitarie ed internazionali;
  • e) favorire accordi tra le aziende produttrici, utilizzatrici e distributrici, nonché con altri soggetti o Enti Pubblici e Privati che effettuano attività di raccolta differenziata;
  • f) realizzare accordi di collaborazione con Consorzi o altri Enti privati o pubblici con analoghe finalità;
  • g) effettuare operazioni mobiliari, immobiliari, e finanziarie;
  • h) promuovere campagne di informazione e programmi di formazione anche attraverso la costituzione di idonei strumenti allo scopo;
  • i) ricercare sinergie, realizzare coordinamenti e concludere accordi e contratti di programma con soggetti pubblici e privati;
  • l) promuovere, costituire o concorrere a costituire associazioni, fondazioni, comitati, società, consorzi, trusts ed ogni altro strumento giuridico reputato idoneo al raggiungimento diretto od indiretto del proprio scopo consortile.
Eventi
Conferenza Stampa dell’VIII Forum Internazionale PolieCo sull'Economia dei Rifiuti
Convegni
Ischia - 16 settembre 2016
Conferenza Stampa dell’VIII Forum Internazionale PolieCo sull'Economia dei Rifiuti
Vedi tutti gli appuntamenti
Convegni
Napoli Gran Caffè Gambrinus - 13/09/2016
CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE - VIII Forum Internazionale PolieCo sull'Economia dei Rifiuti
Vedi tutti gli appuntamenti
6° SALONE DELLA GIUSTIZIA
Convegni
Roma - 21 Aprile 2016
6° SALONE DELLA GIUSTIZIA
Vedi tutti gli appuntamenti
VII FORUM INTERNAZIONALE POLIECO SULL’ECONOMIA DEI RIFIUTI - ISCHIA 2015
Convegni
Ischia - 19/09/2015
VII FORUM INTERNAZIONALE POLIECO SULL’ECONOMIA DEI RIFIUTI - ISCHIA 2015
Vedi tutti gli appuntamenti
Videogallery
A "Donne della settimana" si parla della dott.ssa Salvestrini
Al caffè di RAI 1 - "Donne della settimana" si parla della dott.ssa Claudia Salvestrini, direttore del Consorzio.
Tutti i video
INTERVISTA AL DOTT. ARMANDO SPATARO

Il Procuratore della Repubblica di Torino Armando Spataro, al corso PolieCo.

Tutti i video
Claudia Salvestrini: "I veri criminali sono gli industriali deviati"

Intervista rilasciata dal direttore Claudia Salvestrini durante gli scavi a Casal di principe. 

Tutti i video